Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.


CURIOSITÀ

VERO O FALSO: COSA SAI SUI BACI?

vero o falso: cosa sai sui baci?

 

Tenero, romantico o passionale, il bacio è da sempre il punto focale di una relazione di coppia, il limite che separa l’amicizia dall’amore. E mentre siamo coinvolti emotivamente in un bacio, il nostro corpo analizza una serie di complessi segnali biologici e neurochimici legati al contatto fisico e al rapporto di coppia. Per valutare l’importanza del bacio e la sua funzione in base al tipo di relazione, i ricercatori hanno consultato 900 individui attraverso un questionario online e i risultati sembrano dar credito ad alcuni luoghi comuni molto diffusi. Vediamo quali.

 

Baciarsi è più importante per le donne. Vero.

Uomini e donne affrontano in maniera diversa una relazione: sulla base anche delle differenze di natura ormonale, gli uomini sono tendenzialmente attratti sul piano fisico, le donne su quello romantico e per questa ragione viene attribuito un peso diverso ai baci.

 

Il bacio è più importante nelle relazioni a lungo termine. Vero.

A quanto sembra, analizzando i risultati di diversi studi oltre che il parere spontaneo degli individui convolti nel sondaggio, il bacio rappresenta un forte cementante nelle relazioni di coppia a lungo termine. Probabilmente, con il passare del tempo il bacio perde il suo rapporto diretto con la sensualità e il contatto fisico naturalmente associati al sesso e assume maggiore importanza sul lato affettivo.

 

Più baci più sesso. Falso.

Se è vero che il bacio rafforza il legame di coppia, è anche vero che baciarsi di più non implica necessariamente una maggiore attività sotto le lenzuola. La maggiore frequenza di baci è legata a una migliore qualità della relazione più che a un maggior numero di rapporti sessuali perché associata più ai sentimenti che al piacere fisico.

 

Il bacio è più importante durante i preliminari. Vero/Falso.

Nelle relazioni a breve termine il bacio è il combustibile della passione durante i preliminari ma perde valore durante il rapporto sessuale o in altri momenti di vicinanza. Al contrario, nelle relazioni a lungo termine esso è un profondo atto di condivisione prima e durante un rapporto sessuale come anche in altre situazioni romantiche.

 

Il ciclo mestruale influenza la voglia di baci. Vero

Durante il periodo fertile, a causa delle variazioni ormonali, le donne preferiscono baciare partner con marcati tratti mascolini come simmetria del viso, dominanza sociale, compatibilità genetica. Infatti i ricercatori sono giunti alla conclusione che dietro questa tenera manifestazione d’amore si nasconda in realtà un complesso meccanismo di selezione del partner non dissimile da altre strategie messe in atto dalle femmine di diverse specie animali. Gli uomini che possiedono caratteri maschili più marcati sono intesi dalle donne come portatori di un DNA migliore, una sorta di buona eredità da trasmettere alla prole e quindi influenzano la scelta del partner. L’uomo “maschio” dovrebbe essere migliore dal punto di vista genetico anche se l’esperienza insegna che non è sempre così.

 

Tra i diversi aspetti socioemotivi e biochimici coinvolti nel momento del bacio, quello evolutivo sembra il più interessante: affermare che il bacio aiuta a trovare il partner migliore equivale a dire che baciare più partner aumenta le possibilità di trovare quello giusto. È stato quindi finalmente rivelato il segreto per trovare, tra tanti ranocchi, il vero principe azzurro.

 

 

Condividi quest'articolo su whatsapp!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

TI POTREBBE INTERESSARE...

Seguire diete dimagranti non è sempre facile e spesso, nonostante l’impegno, i risultati non sono quelli sperati. Secondo i ricercatori bisognerebbe costruire diete personalizzate in base al microbiot...

Scienza e religione: e se non fosse necessario scegliere? Gli scienziati spiegano come la ricerca della conoscenza riduca il divario tra certezza e credenza.

Arriva dalla scienza il rimedio per i brani musicali che si ripetono nella testa contro la nostra volontà: impensabile ma anche alla portata di tutti.

I benefici dell’allattamento al seno sono innumerevoli, ma ora la scienza conferma che il latte materno garantisce un maggiore sviluppo cerebrale dei bambini, aumentando la crescita di mielina nel lor...

Invecchiare meglio si può e basta poco: secondo i ricercatori americani dormire bene e tanto favorisce le attività di “pulizia” del cervello dalle sostanze tossiche responsabili di importanti malattie...

Newsletter