evitare lo sguardo

Quando siamo attratti dalla persona che abbiamo di fronte e da quello che dice, il nostro sguardo è diretto verso di lei e tutto quello che c'è attorno per noi sparisce.

 Se, al contrario, gli argomenti di conversazione non ci interessano o se il nostro interlocutore è particolarmente noioso, il nostro sguardo si rivolge altrove.

 

 Spesso è solo un atteggiamento involontario ma, in alcune occasioni, dietro il gesto di evitare lo sguardo si nascondono dei veri e propri segnali. Vediamo quali.

 

Evitiamo lo sguardo di chi ci sta di fronte quando:

 

  • subiamo un rimprovero
  • ci sentiamo in colpa o ci vergogniamo
  • vogliamo evitare una conversazione fastidiosa o un approccio poco gradito
  • siamo arrabbiati con chi ci sta parlando

 

Nell'ultimo caso, in particolare, vogliamo suscitare un senso di frustrazione in chi ci sta di fronte continuando a conversare normalmente ma rivolgendo lo sguardo altrove.

 

Il gesto di evitare lo sguardo deriva dal comportamento del neonato che, quando è sazio di latte, volge la testa altrove per rifiutare il seno o il biberon.

 [Questo articolo è ispirato al libro

I messaggi segreti del corpo]

Vuoi saperne di più sul linguaggio del corpo? Ecco alcuni dei tanti articoli di S&P:

Evitare lo sguardo

Mostrare il piede - seduzione

I segnali dell'attrazione: il contatto fisico

Linguaggio del corpo: bocca e labbra

Trovi tutti gli articoli qui: Linguaggio del corpo

 

Sognare a occhi aperti: il cervello smart

Sognare a occhi aperti: il cervello smart

Sognare a occhi aperti è una prerogativa di chi ha un cervello smart: chi lascia spesso vagare la mente possiede connessioni cerebrali più efficienti.

Il conflitto nella vita di coppia

ecco perché gli uomini danno (quasi) sempre ragione alle donne

Uomo e donna sempre in conflitto: secondo la scienza, il comportamento contrario della donna è necessario per regolare l’emotività nella vita di coppia.

Prevenire l'Alzheimer: attività fisica per il cervello

Prevenire l'Alzheimer: attività fisica per il cervello

La professoressa Wendy Suzuki spiega tre motivi per i quali l'attività fisica potenzia il cervello e aiuta a prevenire Alzheimer e demenza senile.

Pensieri positivi quando la morte si avvicina

Pensieri positivi quando la morte si avvicina

Quali emozioni affollano la mente quando la morte si avvicina?Secondo un recente studio, i pensieri positivi sono più frequenti di quanto immaginiamo.

Il tumore nei nostri geni: mutazioni di oncogeni e oncosoppressori

Il tumore nei nostri geni: mutazioni di oncogeni e oncosoppressori

Il tumore è una malattia che nasce dalle nostre cellule: mutazioni genetiche nel DNA rendono i nostri geni (oncogeni e oncosoppressori) alleati del cancro.

Meditazione per combattere lo stress

Meditazione per combattere lo stress

Meditazione e yoga regalano un immediato senso di benessere psico-fisico e, secondo la ricerca, invertono il processo infiammatorio attivato dallo stress.

Dimagrire con un'app

Dimagrire con un'app

La dieta non è più un problema: gli psicologi hanno ideato un gioco che allena la capacità di dire no ai cibi poco sani e un'app per non cadere in tentazione.

Bambini e alimentazione sana: 7 consigli per abituarli

Bambini e alimentazione sana: 7 consigli per abituarli

L’obesità infantile è un problema sempre più urgente: consigli e regole dagli esperti per promuovere la cultura della sana alimentazione sin da piccoli.

Mordersi le labbra

mordersi le labbra

Nel linguaggio del corpo, mordersi le labbra indica aggressività. 

L'eredità flessibile - Sharon Moalem - recensione

L'eredità flessibile - Sharon Moalem - recensione

L'eredità flessibile, di S. Moalem, è un libro innovativo e commovente che scardina le convinzioni della genetica e dona dignità alle malattie rare.