Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.

IL LINGUAGGIO DEL CORPO

Mordersi le labbra

mordersi le labbra

 Nel mondo animale l'atto del mordere è la forma più feroce e immediata di aggressione. È molto evidente nei primati quando si sentono minacciati e mostrano i denti in segno di attacco.

Nel corso dell'evoluzione l'uomo ha sviluppato ben altre forme di aggressione e i denti sono stati relegati alla semplice funzione di masticazione. Inconsciamente, però, conserviamo ancora alcuni segnali come la contrazione delle mascelle che indicano la nostra intenzione di trattenere la rabbia.

Non solo. Quando ci troviamo in situazioni spiacevoli e cerchiamo di trattenere la nostra aggressività, tendiamo a mordere il labbro superiore o quello inferiore o gli angoli rendendo ben visibili i denti.

Mordere il labbro inferiore senza mostrare i denti può anche indicare uno stato di piacere intenso. In questo caso spesso gli occhi si fissano su un oggetto o addirittura restano chiusi.

Attenti, quindi, a ciò che state dicendo se il vostro interlocutore comincia a mordersi le labbra!

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

ULTIMI ARTICOLI

Per il bambino sua madre è il mondo intero: scopriamo perché il rapporto madre-figlio è importante e quali sono le responsabilità della figura di attaccamento.

Il tumore è una malattia che nasce dalle nostre cellule: mutazioni genetiche nel DNA rendono i nostri geni (oncogeni e oncosoppressori) alleati del cancro.

Cos'è il tumore? Come nasce e come si sviluppa? La cellula tumorale è una cellula del nostro corpo che diventa potente e immortale. Scopriamo insieme come.

"Le carezze cambiano il DNA" di Roberto Giacobbo: un'analisi completa e chiara sull'epigenetica e sul nostro potere di cambiare il DNA con lo stile di vita.

Aumentati in maniera allarmante i problemi psichici di bambini e adolescenti. Educazione, supporto emotivo e vita sana: consigli pratici per genitori in crisi.

Newsletter