l'amore della mamma aumenta le dimensioni dell'ippocampo nel cervello

L’amore della mamma aumenta le dimensioni dell’ippocampo nel cervello dei bambini. Ciò vuol dire migliori capacità intellettive e resistenza allo stress.

Prendersi cura dei propri figli è sempre considerato un aspetto istintivo del rapporto madre-figlio, diversi studi dimostrano che il cervello delle donne è “programmato” alle cure parentali. Eppure, a prescindere dalla figura che si occupa dei bambini – madri, padri, nonni, genitori adottivi – è noto da tempo che le cure parentali hanno numerosi effetti positivi.

I bambini più seguiti e supportati durante la loro crescita, conseguono un migliore rendimento scolastico e uno sviluppo più sano.

Queste ricerche, basate su una correlazione socio-psicologica tra cure parentali e sviluppo del bambino, trovano ora conferma in uno studio guidato da L. Luby, professoressa di Psichiatria Infantile alla Washington University.

[Ti consiglio anche: rapporto madre-figlio, perché è così speciale]

L’amore della mamma e lo stress influenzano le dimensioni dell’ippocampo nel cervello dei bambini

L’ippocampo è la struttura cerebrale maggiormente implicata nei processi di apprendimento e memoria e le sue dimensioni sono direttamente correlate alle capacità intellettive.

[Per approfondire: l’ippocampo e la formazione dei ricordi]

Tra i bambini sottoposti allo studio, quelli che durante la crescita avevano sperimentato un supporto importante da parte di un adulto erano contraddistinti da un ippocampo maggiore del 10% rispetto ai bambini trascurati.

 

Il team di ricerca ha quindi evidenziato che i bambini più seguiti sono caratterizzati da un ippocampo più sviluppato e di dimensioni maggiori.

Non solo. L’ippocampo è una regione del cervello coinvolta anche in situazioni di stress: indagini precedenti sugli adulti hanno evidenziato che i soggetti depressi hanno un ippocampo meno esteso.

Gli esperimenti condotti alla Washington University hanno confermato quest’associazione.

Sono state analizzate le scansioni cerebrali di 92 bambini tra i 7 e i 10 anni ed è emerso che nei bambini depressi l’ippocampo ha un volume sensibilmente minore.

[Ti consiglio anche: l’allattamento al seno

aumenta la mielina nel cervello dei bambini]

Avere un ippocampo di dimensioni maggiori influisce sulle capacità intellettive e la stabilità personale

Sulla base di risultati incoraggianti anche nei test condotti sugli animali, i dati di questa ricerca aprono nuove prospettive di studio per il futuro.

Nei ratti, ad esempio, quando una madre lecca il proprio cucciolo, si verificano dei cambiamenti a livello epigenetico che influiscono sull’aumento di dimensioni dell’ippocampo.

 

Anche nei primati sono stati scoperti meccanismi simili ma ancora non è noto come ciò avvenga negli esseri umani.

È ormai dimostrato, invece, che l’ippocampo è la maggiore struttura implicata nei processi di stress e depressione mediati attraverso ormoni che aumentano la frequenza cardiaca e l’adattamento a situazioni stressanti.

Se, quindi, la presenza della madre con il suo amore e il suo sostegno costante facilita lo sviluppo dell’ippocampo, il bambino non solo avrà uno sviluppo intellettivo precoce e significativo ma sarà anche maggiormente “adattato” ad affrontare circostanze nuove che lo metteranno alla prova, sarà più forte e di conseguenza meno propenso a lasciarsi sopraffare da atteggiamenti depressivi.

[Ti consiglio anche: cosa accade nel cervello di mamma e papà

quando il piccolo piange]

La voce maschile: cosa dice di un uomo e perché attrae le donne

il potere della voce

La voce maschile rivela la condotta di un uomo: se modulata su toni bassi, indica che lui è più attraente ma poco affidabile. L’evoluzione ci spiega perché.

Uomini più creativi: è solo un pregiudizio

uomini più creativi: è solo un pregiudizio

Gli uomini sono più creativi, innovativi e coraggiosi: la scienza conferma che le gerarchie del lavoro si fanno in quattro per proteggere gli stereotipi.

Non solo nozioni: l'intelligenza è flessibilità

Non solo nozioni: l'intelligenza è flessibilità

Cos'è l'intelligenza? Non basta il bagaglio culturale: una persona viene definita "intelligente" in base alla flessibilità delle sue reti neurali.

L'amore parte dal cervello

L'amore parte dal cervello

Innamorarsi parte dal cervello: la scintilla dell'amore impiega solo duecento millisecondi ad attivare le reazioni che sconvolgono dentro di noi mente e cuore.

Mutazione genetica: così il coronavirus è passato all'uomo

Mutazione genetica: così il coronavirus è passato all'uomo

Molti virus, tra cui i coronavirus, trovano un serbatoio naturale nei pipistrelli ma è la mutazione genetica a conferire loro il potere di trasferirsi all'uomo.

50 anni e in sovrappeso: il segreto per vivere di più

50 anni e in sovrappeso: il segreto per vivere di più

A cinquant’anni niente dieta: le maniglie dell’amore aumentano la longevità, l’importante è preoccuparsi di mantenere sempre costante il peso corporeo.

Neuroni artificiali e biologici comunicano a distanza

Neuroni artificiali e biologici comunicano a distanza

Neuroni biologici e neuroni artificiali connessi a distanza di chilometri: lo studio visionario che pone le basi per la Neuro-elettronica via internet.

Sindrome da bambino scosso: gravi danni ai neonati

Sindrome da bambino scosso: gravi danni ai neonati

La Sindrome del bambino scosso (Shaken Baby Syndrome) identifica gravi danni neurologici e perfino morte causati da scuotimento energico dei neonati.

Stretta di mano: quale significato nasconde

stretta di mano: quale significato nasconde

Il linguaggio del corpo ci insegna a distinguere la stretta di mano autentica da quella forzata e ambigua: scopriamo i segnali da non lasciarsi sfuggire.

Il mondo sottosopra - Massimo Polidoro - recensione

Il mondo sottosopra - Massimo Polidoro - recensione

Il mondo sottosopra di Massimo Polidoro rivela i meccanismi nascosti dietro le fake news e le bufale e fornisce gli strumenti per riconoscerle e contrastarle.