perché gli uomini tradiscono più delle donne

 È verità universalmente ammessa che l’uomo sia cacciatore: Jane Austen si esprimerebbe in questi termini e forse anche la donna del ventunesimo secolo, in termini diversi, affermerebbe lo stesso. Sì, perché pregiudizi e luoghi comuni sono duri a morire e l’immagine che vede la donna come preda di cacciatori più o meno abili è ancora ben radicata nella mente comune. Ma cosa rende questo pregiudizio apparentemente incrollabile?

Sono numerosi gli studi che consegnano lo scettro del tradimento nelle mani degli uomini anziché delle donne.

Nonostante l’attrazione abbia una sua forza anche sulle donne, (perfino il tono di voce maschile può avere influenza su di loro) gli uomini mantengono il primato dei tradimenti.

[Ti potrebbe interessare: il potere della voce]

Per analizzare i fattori che sono alla base di comportamenti così diversi tra i due sessi, i ricercatori dell’Università del Texas si sono aggirati tra le intricate maglie degli impulsi sessuali e della capacità di autocontrollo per riuscire a trovare un fondamento scientifico a uno dei più diffusi luoghi comuni.

 

Lo studio, illustrato dalla dott.ssa Natasha Tidwell, dottoranda al dipartimento di Psicologia dell’Università del Texas, è stato articolato in due fasi: la prima progettata per valutare come uomini e donne reagiscono alle tentazioni sessuali nella vita reale, la seconda per misurare la forza degli impulsi sessuali in relazione alla forza di autocontrollo.

Gli impulsi sessuali sono più forti per gli uomini

Durante la prima fase dello studio, sono stati analizzati 218 partecipanti, uomini e donne, ai quali è stato chiesto di rispondere a un sondaggio per descrivere l’attrazione verso un componente dell’altro sesso che fosse off-limits ovvero non disponibile.

Le domande del questionario erano formulate in modo da permettere ai ricercatori di valutare l’intensità degli istinti verso l’altro sesso e le reazioni comportamentali mosse da essi. I risultati hanno evidenziato che effettivamente gli uomini sono “schiavi” di impulsi sessuali più forti e agiscono di conseguenza.

Ma ciò non basta a discolparli.

 

Nella seconda fase dell’esperimento 600 studenti universitari di entrambi i sessi sono stati reclutati per partecipare a un “gioco di selezione del partner”.

A ognuno di essi sono state mostrate brevemente le immagini dei partecipanti dell’altro sesso e, per ogni immagine, compariva l’indicazione “adatto a te” o “non adatto a te”. In alcune prove ai ragazzi è stato chiesto di accettare o rifiutare le persone in base all’indicazione data, in altre di fare l’esatto contrario andando contro le proprie inclinazioni.

Test di questo tipo, apparentemente molto semplici, permettono agli psicologi di valutare l’abilità degli individui di esercitare l’autocontrollo sulle proprie risposte.

Dati i consueti atteggiamenti degli uomini ci si aspetterebbe un chiaro fallimento nei test effettuati e invece i ricercatori hanno evidenziato in loro un’elevata capacità di autocontrollo non minore di quella messa in atto dalle donne. 

[Ti potrebbe interessare: donne e attrazione – sfatiamo un mito] 

Gli uomini sono in grado di controllare i propri istinti esattamente come fanno le donne

Crolla quindi il mito dell’uomo predatore? Gli scienziati rispondono di no e spiegano che, fin quando l’autocontrollo mantiene saldi i nervi, uomini e donne sono all’interno di una cortina di ferro ma se l’autocontrollo fallisce gli impulsi sessuali prendono il sopravvento e, essendo più forti quelli maschili (come dimostra la prima fase dell’esperimento), le conseguenze sono scontate.

 

L’autocontrollo è una caratteristica evolutiva molto più recente rispetto agli impulsi sessuali – basti pensare agli animali che si accoppiano spinti unicamente dagli istinti legati alla procreazione e alla conservazione della specie – ed è tipica soprattutto degli esseri umani che, in virtù delle facoltà intellettive superiori che li caratterizzano, dovrebbero essere in grado di tenere a bada gli istinti quando occorre. Uomini o donne che siano.

 

 

Il cervello e la bellezza

Il cervello e la bellezza

La bellezza di un volto non va sottovalutata: secondo uno studio, il nostro cervello vede segni di salute e potenziale riproduttivo nei volti attraenti.

L'ippocampo e la formazione dei ricordi

L'ippocampo e la formazione dei ricordi

La nascita dei ricordi avviene ad opera dell’ippocampo, una struttura del cervello che coordina informazioni vecchie e nuove provenienti dal mondo esterno.

Il Big Bang e la nascita dell'Universo - Sergio Rossi (recensione)

Il Big Bang e la nascita dell'Universo - Sergio Rossi - recensione

"Il Big Bang e la nascita dell'Universo" (Edizioni EL, collana "Che storia!") spiega gli affascinanti misteri dell'astronomia ai più piccoli.

Accavallare le gambe

accavallare le gambe

Accavallare le gambe può indicare dimostrazione di forza o interesse/disinteresse verso l'altro.

I benefici del tè

I benefici del tè

Il tè contrasta malattie cardiovascolari e ipertensione e protegge il cervello dal declino cognitivo legato all'età: ma quale tè apporta più benefici?

Come leggere le emozioni nello sguardo

Come leggere le emozioni nello sguardo

Lo sguardo esprime le nostre emozioni e non mente mai. La scienza consiglia alcuni segnali inequivocabili per leggere negli occhi di chi ci sta di fronte.

Sindrome di Laron: una speranza per tumore e diabete

Sindrome di Laron: una speranza per tumore e diabete

I pazienti con sindrome di Laron sono immuni a tumore e a diabete e protetti contro l'invecchiamento: dall'Ecuador nuovo impulso a ricerca e medicina.

Cause dell'Alzheimer: come prevenirlo in 3 mosse

scopri se avrai l'alzheimer

Le cause dell’Alzheimer non sono ancora note ma i fattori di rischio sì. Ecco come prevenire e scoraggiare in tempo la demenza senile con le buone abitudini.

Grafologia: come riconoscere il partner affidabile

Grafologia: come riconoscere il partner affidabile

Grafia lineare e regolare, proporzionale ai margini del foglio, senza eccessi o spigolosità: ecco come scrive il partner affidabile, sicuro di sé e fedele.

I segnali dell'attrazione: il volto

I segnali dell'attrazione: il volto

Il volto è in grado di manifestare attrazione e seduzione nella comunicazione subliminale. Le labbra giocano un ruolo importante soprattutto per le donne.

Litigare (nel modo giusto) fa bene alla coppia

litigare nel modo giusto

Evitare di litigare con il partner è un atteggiamento tipico dell’età adulta ma nelle coppie giovani può essere il sintomo di qualcosa che non funziona.

Come migliorare l'apprendimento nei bambini

come migliorare l'apprendimento nei bambini

La scienza spiega i meccanismi di apprendimento nei bambini e fornisce suggerimenti per migliorarlo: sonno e tempo aumentano le performance del cervello.