Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.

Quanti neuroni abbiamo? Quanti calcoli possiamo fare? Scopriamo i numeri delle sinapsi cerebrali che rendono il cervello più potente di qualsiasi computer.

Quanto pesa il cervello? Perché è l'organo più grasso? Quanto sangue attraversa il cervello? Numeri e curiosità sull'organo più complesso del corpo umano.

Per il bambino sua madre è il mondo intero: scopriamo perché il rapporto madre-figlio è importante e quali sono le responsabilità della figura di attaccamento.

LINGUAGGIO DEL CORPO

Quando c'è di mezzo l'attrazione fisica ogni gesto, anche il più innocuo e apparente, può diventare strumento di seduzione. Ecco gli atteggiamenti più comuni.

Il linguaggio del corpo passa dalla bocca: toccare o mordere le labbra e mostrare la lingua trasmettono attrazione, interesse ma anche rabbia o disgusto.

CONOSCI TUO FIGLIO

Genitori fragili e incostanti, adolescenti con le licenze da adulti e insegnanti demotivati: i tre pilastri pericolanti della società del permissivismo.

CONOSCI IL TUO PARTNER

La cooperazione tra uomini e donne non è un'utopia. Lavorare insieme si può ma con strategie diverse: non c'è sincronia tra il cervello di lui e quello di lei.

CONOSCI TE STESSO

Le donne cercano intelligenza e affidabilità nel partner ma la scienza dimostra che sono solo parole: come per gli uomini, è l'attrazione fisica a guidarle.

L'amore parte dal cervello

L'amore parte dal cervello

Innamorarsi parte dal cervello: la scintilla dell'amore impiega solo duecento millisecondi ad attivare le reazioni che sconvolgono dentro di noi mente e cuore.

I segnali dell'attrazione: lo sguardo

I segnali dell'attrazione: lo sguardo

Sguardo languido e sguardo penetrante: quando c'è di mezzo l'attrazione, uomini e donne sfoderano le proprie armi per sedurre. Conoscerle per riconoscerle.

CURIOSITÀ

Scienza e religione: e se non fosse necessario scegliere? Gli scienziati spiegano come la ricerca della conoscenza riduca il divario tra certezza e credenza.

Le persone che sin da piccole svolgono attività che stimolano il cervello, sperimentano durante l’invecchiamento migliori capacità intellettive rallentando il normale declino cognitivo legato all’età.

Cosa accade dopo la morte, quando gli occhi si chiudono e il cuore smette di battere?  E come si spiegano i risvegli “miracolosi”? L’ipotermia dei neuroni dopo un arresto cardiaco potrebbe essere la chiave del rebus.

SALUTE E BENESSERE

Se i ricordi cominciano a venire meno e l’insicurezza si impadronisce della nostra vita, probabilmente stiamo invecchiando. Ma rallentare la demenza senile si può: attività cerebrale e fisica sono i principali alleati.

NUOVE FRONTIERE

La dieta non è più un problema: gli psicologi hanno ideato un gioco che allena la capacità di dire no ai cibi poco sani e un'app per non cadere in tentazione.

IN BREVE...

pessimismo.jpg

Newsletter